Junghans: Dalla variazione al fascino

Angebote auf Amazon ▸▸    Angebote auf Ebay ▸▸

Aus Watch-Wiki
Wechseln zu: Navigation, Suche

Comunicato Stampa

Schramberg, Febbraio 2017

Logo Junghans
Junghans max bill Edition 2017 Ref. 041 4762 00
Junghans max bill Edition 2017 Ref. 041 4763 00
Junghans max bill Edition Set 2017


Dalla variazione al fascino

La nuova edizione annuale di max bill unifica due opere d’arte di Max Bill: l’orologio da polso da lui creato e le „grafische reihen” – un trucco segreto, non solo per gli appassionati dello stile Bauhaus.


Junghans e Max Bill: vivere la storia del design

Il classico max bill di Junghans nel 2017 si presenta con un’edi-zione speciale. Un contatore del tempo affascinante che rap-presenta in tutto e per tutto la filosofia di Bauhaus e corri-sponde in ogni dettaglio all’idea guida della “forma che segue la funzione”. Sul fondello dell’edizione annuale si vede la grafica “variation 1” delle “grafische reihen”(le serie grafiche) di Max Bill che, per chi conosce l’artista, caratterizza il modello in modo sottile con un trucco segreto – e questo permette di portare sempre con sé la creatività artistica dell’architetto. Le serie grafiche “grafische reihen” rappresen-tano uno sviluppo continuo, passando da una forma geometrica alla prossima. E il tutto ha anche la sua motivazione matematica: un lato di un poligono allo stesso tempo rappresenta un lato del prossimo poligono. L’artista alla sua opera, che aveva già creato durante la sua giovinezza (1935-1938), dà il seguente titolo: “un gioco puro di forma e colore … con l’unico obiettivo di far piacere con la sua presenza”. L’artista aveva infatti creato quest’opera dopo aver frequentato la scuola d’arte Bauhaus fondata da Walter Gropius a Dessau. Anche l’orologio proviene dall’assoluta per-spicacia di Max Bill che nel 1961 creava i primi orologi da polso per l’orologeria Junghans – uno stretto collegamento, espresso in un modo del tutto particolare da questo modello.

L’edizione annuale di JUNGHANS max bill si presenta in due varianti: la prima è caratterizzata da un quadrante con indici per gli appassionati dell’assoluto purismo e la seconda da un quadrante, sul quale i numeri delle ore sono creati nella tipografia di Max Bill. Entrambe le varianti sono dotate di un cinturino particolare, il cui cuoio inferiore riprende i colori utilizzati nella “variation 1”.


Set ad edizione limitata per collezionisti

Questo set, limitato a 222 esemplari, è il set esclusivo dell’edizione – la limitazione viene dedotta dal numero 22 che rivestiva un’importanza del tutto particolare per Max Bill, visto che sia la sua data di nascita che le sue nozze con la moglie Binia cadevano su un 22 del mese. Per tutte le opere d’arte limitate Max Bill riservava sempre il numero 22 per se stesso. Il set, oltre all’orologio da polso, comprende l’orologio da tavola creato nello stile Bauhaus e dotato di un meccanismo al quarzo sul retro del quale appare anche la “variation 1” delle “grafische reihen”di Max Bill. Si tratta senza dubbio di due classici del design, ideali per tutti gli appassionati– sia portati al polso che a casa.


La linea JUNGHANS maxbill

L’artista e allievo di Bauhaus Max Bill, rimanendo fedele al suo principio secondo cui la “forma segue la funzione”, progettò un orologio del tutto particolare. La creazione logica del quadrante dell’orologio da cucina del 1956 che con l’orologio da parete scrisse la storia del design Max Bill è diventata la caratteristica tipica del suo orologio. Nel 1961 essa fu incorporata nella creazione dei primi orologi da polso di Max Bill. Un’importanza particolare l’artista la attribuiva al collega-mento tra il valore d’uso e la bellezza. Con la chiarezza strutturale e l’aspirazione volta a raggiun-gere la perfezione estetica, i classici del design della linea JUNGHANS max bill fino ad oggi ven-gono prodotti in modo quasi invariato.


Junghans – l'orologio tedesco

La fabbrica di orologi Junghans fu fondata nel 1861 a Schramberg im Schwarzwald. Più di 150 anni di competenza nei lavori di precisione e di strutturazione si rispecchiano nei momenti salienti della storia dell’azienda: nel 1903 Junghans, con i suoi oltre 3.000 dipendenti è la più grande azienda produttrice di orologi al mondo. Lo sviluppo di meccanismi più precisi, nel 1951 rende l'azienda il più grande produttore di cronometri in Germania e nel 1956 il terzo maggior produttore del mondo. Ai giochi olimpici di Monaco di Baviera del 1972, Junghans come cronometrista ufficiale apre nuove prospettive nella misurazione del tempo. Dopo una storia movimentata e ricca di eventi, gli imprenditori di Schramberg Dr. Hans-Jochem e Hannes Steim dal 2009 sono i nuovi proprietari della storica azienda. Con l'amore per i dettagli, elevati requisiti a livello di design e qualità e competenza tecnologica, ogni orologio è prodotto a Schramberg. La collezione comprende orologi di grande fascino: gli orologi Meister, prodotti sin dagli anni '30 del secolo scorso, rispecchiano il passato e il presente dell'azienda. Già nel 1956 Max Bill produceva orologi che nel frattempo sono diventati dei classici assoluti. Influenzati dalla filosofia del Bauhaus, ancora oggi sono prodotti in modo pressoché invariato. Con l'invenzione del primo orologio radiocontrollato, nel 1990 Junghans ha rivoluzionato il settore, con una tecnologia che si utilizza ancora oggi in combinazione con l'energia solare pulita. Una gamma tecnologica unica nel suo genere, proprio come gli orologi con la stella.

Anzeigen

Meine Werkzeuge
Namensräume

Varianten
Aktionen
Navigation
Drucken/exportieren
Werkzeuge
In anderen Sprachen